Per l'impasto:

500g di farina di grano tenero;
75g di strutto (oppure 90 di margarina morbida);
6g sale aromatizzato al limone e menta;
2g bicarbonato;
200ml di acqua temp. ambiente.

Iniziamo sciogliendo il sale in acqua tiepida, mentre in una ciotola andiamo a versare tutta la farina setacciata, tutto lo strutto o la margarina ed il bicarbonato. Ora possiamo aggiungere l'acqua salata in precedenza e andiamo ad impastare. Lavoriamo per qualche minuto sino ad ottenere un impasto omogeneo. Lasciamo riposare nella ciotola coperta con la pellicola trasparente per c.ca 30'.


Per il ripieno: PATATE E TONNO AROMA DI ARACIA

400g di patate;
200g di tarantello di tonno;
3 cucchiai di Olio aroma di arancia.

Per il ripieno: ERBETTE E FORMAGGIO

300g di Paparina (possiamo usare come nella ricetta originale 400g di erbette fresche);
200g di formaggio a pasta filante;
sale e pepe;
2 cucchiai di Olio aroma aglio.


Andiamo a bollire le patate pelate in acqua bollente non salata.
Allo stesso tempo andiamo, se utilizziamo le erbette fresche, a passarle in padella con i due cucchiai di olio aroma aglio, altrimenti sgoccioliamo per bene la paparina del suo olio e condiamo con lo stesso olio all'aglio.

Una volta che le erbette si saranno ben insaporite e le patate si saranno ridotte e avremo fatto una purea molto grossolana possiamo passare a tirare la sfoglia con un mattarello.
Dividiamo l'impasto in 6 panetti c.ca e andiamo a creare dei dischi di pasta di c.ca 27cm che condiremo solo in una delle due metà facendo attenzione a tenerci lontani dai bordi.

Per la cottura se non avete la padella classica per le piade andrà bene una padella antiaderente molto ampia, l'unica differenza è che in questo caso il fuoco dovrà essere tenuto veramente basso per permettere una cottura omogenea. Cuociamo i nostri crescioni su i tre lati, perché va cotta anche la costa.
È pronto quando inizia a fare delle croccanti bolle brune.
Un rosso ovviamente strutturato accompagna divinamente questa pietanza.

esse